Ti trovi in:

La beata Meneghina » Amici della Meneghina

Amici della Meneghina

di Lunedì, 04 Marzo 2013 - Ultima modifica: Giovedì, 10 Dicembre 2015

L’Associazione è nata con un semplice "avviso sacro" riportato anche in lingua tedesca. L’avviso, affisso sulla porta delle chiese di Capriana, Carbonare ed Anterivo, era un appello a chiunque avesse interesse a riprendere la Causa di Beatificazione di Maria Domenica Lazzeri, a versare un’offerta sul C/C della locale Cassa Rurale, ancor oggi immutato. Ciò avrebbe dimostrato il personale coinvolgimento all’impegno assunto dall’Associazione. 

L’iniziativa ebbe un’immediata risposta tant’è, che a distanza di un anno, rincuorati da una base finanziaria, si poté redigere lo Statuto alla presenza del notaio Giovanni Rizzi - 29.12.1990 - e successivamente avere il riconoscimento giuridico d’Ente Morale - 18.12.1990 - Già nel passato si ebbe, da parte dei Capofamiglia di Capriana e di Anterivo, una raccolta di offerte con la medesima finalità, offerte che furono versate alla Curia di Trento. Era l’anno 1943 e non se ne fece nulla. Dato che fin dall’inizio, ogni movimento in denaro, fu regolarmente annotato su registro autorizzato, rimase abbastanza agevole trarne, anno per anno, l’entità delle entrate e delle uscite; con rammarico si chiede scusa di non averlo fatto prima. Si è pensato di chiudere il presente rendiconto in coincidenza con l’anno 2000, anno in cui la storia di Meneghina è andata a Roma, come se si trattasse di una storia della quale si è compiuta la prima parte.
Confidiamo nel vostro prezioso contributo, perché si compia altrettanto bene, anche la seconda.

Questionario di valutazione
E' stata utile la consultazione della pagina?
E' stato facile trovare la pagina?

Inserisci il codice di sicurezza che vedi nell'immagine per proteggere il sito dallo spam